A Padova tango vs Parkinson

con Nessun commento

Il tango come terapia e riabilitazione è l’innovativo progetto che ha trovato casa nell’Ulss 15 Alta padovana. Dopo una fase sperimentale quello che era un percorso pilota, è diventato un corso stabile di Tango argentino che, con il metodo HoloTango, va a creare un nuovo approccio a supporto della riabilitazione nelle sindromi della malattia di Parkinson e dei disordini del movimento. A rendere possibile questo la collaborazione tra il dipartimento di riabilitazione dell’Ulss 15 e l’associazione L’albero della vita.

Il ballo argentino sarebbe d’aiuto per tenere sotto controllo alcuni sintomi della malattia, in particolare l’equilibrio e la camminata, secondo uno studio canadese realizzato dall’equipe di Silvia Rios Romenets, dell’Istituto neurologico dell’università McGill di Montreal.

Referente del progetto per l’Ulss 15 è la Maria Callegaro, dirigente medico UO Medicina Fisica e Riabilitazione di Camposampiero. Per accedere al corso verrà organizzata una visita fisiatrica gratuita presso l’unità operativa di medicina fisica e riablitazione di Camposampiero. Nelle prossime settimane si formerà un nuovo gruppo di corsisti e la novità è la possibilità di effettuare delle lezioni totalmente gratuite, due per ogni presidio ospedaliero, per testare su di sé l’effetto della tango terapia.